Si svolgerà dal 6 all’8 agosto a Taurianova (RC), la sesta edizione del “Concorso Internazionale dei Madonnari – Città di Taurianova”, l’iniziativa ideata dall’Associazione Amici del Palco con la direzione artistica del maestro madonnaro Gennaro Troia (fondatore della Scuola Napoletana dei Madonnari), tesa a valorizzare l’arte antica dei madonnari, la tradizione, la storia e il territorio che si trasforma in uno scenario esclusivo per l’arte di strada.

Nel periodo del Rinascimento infatti, attraverso la loro visione artistica, collaboravano con i costruttori disegnando a terra i progetti degli architetti. Spesso ricreavano anche i dipinti delle chiese sui marciapiedi raffigurando, per la maggior parte dei casi la Madonna e da qui il nome “Madonnari”.

Per secoli grandissimi artisti madonnari sono rimasti nell’anonimato soprattutto per la durata breve dei loro lavori, realizzati con gessetti sull’asfalto, che una semplice pioggia cancella definitivamente, ed anche per il loro trasferirsi da una città all’altra, secondo il calendario delle festività locali. Nel secolo scorso però sono sorte in Italia la scuola fiorentina e la scuola napoletana che hanno fra le altre cose tutelato l’arte e gli stessi madonnari, fino poi nel 1972 avere la prima competizione internazionale a Grazie di Curtatone, in provincia di Mantova che si ripete ogni anno in prossimità della festa dell’Assunta; poi dal 1998 è partito il Concorso Internazionale dei Madonnari anche nel suggestivo scenario cittadino di Nocera Superiore (SA) e dal 2016 anche la Calabria ha il suo Concorso Internazionale che però è l’unico a non essere legato ad altri eventi (feste patronali, fiere).

A Taurianova dopo l’ultima edizione online, tornano a colorare la città gli artisti internazionali che con i loro gessetti saranno al centro di una manifestazione – giunta alla sesta edizione – che negli anni ha accolto fino a 50 artisti provenienti da tutta Italia, dall’Europa e dal mondo per un evento unico nel suo genere in tutta la Calabria, inserito tra le maggiori manifestazioni culturali e artistiche dell’intera regione, che stende ai piedi dei suoi visitatori un tappeto pregiato fatto anche di contaminazioni e culture che si mescolano fra i colori e la bellezza, con i madonnari che diventano parte delle proprie opere, come in un abbraccio, quest’anno sul tema: “Laudato si’… prendersi cura”. L’ecologia integrale – capace di tenere insieme difesa dell’ambiente, giustizia sociale e valorizzazione delle culture – è il nuovo paradigma proposto da papa Francesco nella sua seconda enciclica Laudato sì, sulla cura della Casa Comune, in cui il pontefice evidenzia che la nostra terra richiede una “conversione ecologica” affinché l’umanità assuma la responsabilità di un impegno concreto per la sua protezione.

«Dopo il fermo forzato dell’anno scorso, in cui a causa della pandemia siamo stati costretti ad organizzare un’edizione online, siamo felici di annunciare la sesta edizione nuovamente per strada, ovviamente rispettando tutte le misure di sicurezza anti-covid previste. La nostra – afferma Giacomo Carioti, presidente dell’Associazione Amici del Palco – è una manifestazione in cui l’arte si mescola alle tradizioni, e che grazie alla peculiarità artistica-culturale si colloca ormai tra le più significative manifestazioni estive della Calabria, affascinando i visitatori dell’intera regione che finalmente potranno visitare non solo un museo a cielo aperto, ma anche gustare quel sacrificio del madonnaro chinato a terra che si trasforma sempre in suggestive performance ricche di significato».

Il programma della manifestazione che accoglierà i visitatori nel rispetto delle norme vigenti prevede anche alcune iniziative pensate per i più piccoli con laboratori ludico-didattici e l’immancabile intrattenimento musicale.

È possibile consultare il calendario degli appuntamenti e i vari aggiornamenti sul sito www.madonnaritaurianova.it e sulle pagine social della manifestazione giunta alla sesta edizione, mentre la conferenza di presentazione sarà mercoledì 4 agosto alle 18.30 a Villa Zerbi, la più antica dimora storica di Taurianova.

La manifestazione è supportata dal patrocinio del Comune di Taurianova, dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Regione Calabria, dalla diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, dalla Consulta delle Associazioni di Taurianova.


PATROCINI


PARTNER